Competitività e innovazione in Valdelsa

Competitività e innovazione in Valdelsa

L''iniziativa a sostegno dell'economia promossa dai Comuni valdelsani.
Competitività e innovazione in Valdelsa

Stimolare e favorire una “innovazione sostenibile”, suggerire le  innovazioni, questi gli obiettivi. Coinvolti sei specifici settori, i primi sono camper, mobile e arredo, meccanica per le macchine della lavorazione del legno

E’ il progetto “Competitività e Innovazione in Valdelsa”, avviato a dicembre 2010, l'iniziativa finanziata da istituzioni, Camera di Commercio e sistema bancario locale in applicazione del 'Protocollo per la creazione di un sistema integrato di supporto e valorizzazione delle attività economiche e per il rilancio della competitività'

Analizzare il posizionamento strategico delle imprese coinvolte, suggerire le  innovazioni che potranno essere attuate per migliorare il posizionamento competitivo delle imprese, fornire indicazioni per nuove opportunità di scelte strategiche verso nuovi prodotti e nuovi mercati. Il tutto in un'ottica territoriale che sviluppi l'innovazione della Valdelsa e delle sue imprese. Queste le finalità del progetto che rappresenta la prima applicazione del 'Protocollo per la creazione di un sistema integrato di supporto e valorizzazione delle attività economiche e per il rilancio della competitività' firmato dai Comuni valdelsani (Poggibonsi capofila, Colle di Val d'Elsa, Casole d'Elsa, San Gimignano, Monteriggioni, Radicondoli e Barberino Val d'Elsa). La realizzazione è stata affidata, attraverso una gara pubblica, al Centro Sperimentale del Mobile (CSM) ed al Polo Universitario (PIN) dell’Università di Firenze.

“Competitività e Innovazione in Valdelsa” prevede interventi su sei specifici settori, che sono stati selezionati da un qualificato gruppo di lavoro composto dalle istituzioni, dalle associazioni di categoria, dagli istituti bancari. I primi tre settori sui quali si interverrà sono: il camper, il mobile e arredo, il settore della meccanica per le macchine della lavorazione del legno. A distanza di pochi mesi seguiranno gli altri tre settori: meccanica per le macchine edili, vetro e cristallo, agroalimentare.

Per ognuno dei settori è stato selezionato un gruppo di imprese rappresentativo, attraverso il quale i ricercatori definiranno il posizionamento competitivo nell’ottica di un’analisi complessiva del del sistema produttivo della val d’Elsa. Le lettere alle imprese interessate sono già state inviate.

«Fare ricerca significa individuare nuove opportunità – dice Luigi Borri, presidente del Centro Sperimentale del Mobile – in tale direzione va questa iniziativa che vuole ottenere risultati applicabili in tempi brevi sul sistema produttivo territoriale, per fornire alle imprese un supporto tecnico-scientifico al fine di migliorare il livello di competitività e la ricerca di nuove opportunità di scelte strategiche verso nuovi prodotti e nuovi mercati».

Il progetto è finanziato dalle istituzioni locali, dalla Camera di Commercio e dal sistema bancario locale. A partire dalle capacità e competenze tecniche-tecnologiche attuali, saranno suggerite le innovazioni che potranno essere attuate per migliorare il posizionamento competitivo, coinvolgendo le imprese con partecipazione interattiva, saranno individuate una gamma di potenzialità e di possibili scelte strategiche verso nuovi prodotti e nuovi mercati.

I seminari del progetto "Competitività e Innovazione in Valdelsa" si sono chiusi nella prima parte del 2011 e poi sono proseguiti ad inizio 2012 per la seconda fase di ricerca. 

Risultati prima fase
Identità territoriale, nuove tecnologie e partnership tra aziende e con il territorio. Sono queste le linee strategiche per lo sviluppo territoriale valdelsano emerse nella prima fase del progetto “Competitività e innovazione in Valdelsa”. I risultati, le riflessioni e le prospettive di intervento emerse durante la fase di indagine sono state al centro dell’incontro istituzionale che si è svolto il 6 ottobre 2011, alla presenza di tutti Comuni della Valdelsa senese più Barberino val d’Elsa, dell'Amministrazione Provinciale di Siena, della Regione Toscana, della Camera di Commercio, delle banche che hanno dato il sostegno all'iniziativa (Fondazione Monte dei Paschi, Banca Monte dei Paschi, Credito Cooperativo di Cambiano e Banca del Chianti Fiorentino e Monteriggioni), delle associazioni di categoria, del Centro Sperimentale del Mobile e dell’Università di Firenze che hanno condotto la ricerca.
L’indagine ha interessato in questa prima fase tre settori portanti dell’economia locale: camper, mobili e arredamenti, macchine per la lavorazione del legno. Il progetto ha coinvolto oltre cinquanta imprese ed ha analizzato il posizionamento competitivo di ogni singolo settore delineando anche il quadro competitivo di tutto il territorio valdelsano al fine di individuare le opportunità di innovazione sostenibile delle imprese e del sistema produttivo con lo scopo di incrociare e supportare le iniziative dei soggetti privati in un'ottica territoriale. Le direttrici strategiche indicate potranno svolgersi nel breve periodo creando un polo d'innovazione locale, nel medio periodo con progetti mirati su imprese, aree industriali e puntando sulle nuove energie, ma anche sul medio lungo periodo adottando una politica mirata ad infrastrutture e alla ristrutturazione dei flussi di merci e persone.
Le azioni innovative che la ricerca mette in risalto sono suddivise tra quelle che riguardano tutti i settori analizzati ed altre specifiche di ogni settore. Le proposte che si estendono a tutte le imprese riguardano il rafforzamento dell'identità territoriale; la creazione di incontri per la definizione di scenari di diversificazione produttiva per l'innovazione di prodotto o del mercato; un'operazione di scouting tecnologico specifico per le aziende; la partnership tra azienda di prodotto finito e la sua filiera; la presentazione delle migliori tesi dell'anno; un'analisi multilivello della comunicazione aziendale finalizzata alla individuazione di punti di forza e di debolezza; una verifica delle applicazioni di strumenti e metodologie di disegno 3D finalizzate alla riduzione dei costi di prototipazione; azioni di formazione e aggiornamento a tutti i livelli dell'impresa ed interventi finalizzati all'ottimizzazione degli spazi della sede.

Competitività e innovazione in Valdelsa