Dalla guida all’eco design fino a Matrec: tutto il lavoro di Ecomovel

Dalla guida all’eco design fino a Matrec: tutto il lavoro di Ecomovel

Il progetto europeo Med, finanziato dalla Comunità Europea, ha visto insieme Italia, Portogallo,
Croazia, Grecia, Spagna, Francia
Dalla guida all’eco design fino a Matrec: tutto il lavoro di Ecomovel

Un lavoro che si è sviluppato su un arco di due anni e mezzo e ha portato tra i suoi risultati l’apertura di Matrec. Questo è Ecomovel.

Il progetto ha mosso i primi passi a settembre 2010. Nel primo periodo, fino a febbraio 2011, è stato elaborato il documento di analisi strategica relativo ai temi dell’eco design nel settore mobile contemporaneamente è stato sottoposto ad un campione di imprese del settore del mobile dei paesi partner  un questionario sul livello di conoscenza ed utilizzo dell’eco design.

Nello stesso questo periodo è stato elaborato il documento ECO GUIDELINES, un documento, di cui è stata sviluppata anche una versione short, impiegato anche per sviluppare i brief di progetto con le imprese. E’ inoltre di questa fase anche il seminario “Ecologia, mercato, design come una opportunità strategica”.

Nel periodo ottobre 2011- agosto 2012 invece sono state organizzate le azioni pilota con le aziende, è stato messo a punto il toolbox e sono stati presi i contatti per l’inaugurazione di Matrec, l’archivio dei materiali sostenibili che è stato aperto a settembre 2012. Successivamente Il Centro Sperimentale ha portato a compimento le azioni con le imprese e ha sviluppato attività di animazione dedicate a Matrec.

Entrando nel dettaglio, il toolbox è stato sviluppato per rendere più facile l’accesso all’ecodesign da parte delle aziende ed è strettamente collegato all’archivio di Matrec. Il kit del tool box è un vero e proprio “contenitore” di strumenti per l’ecodesign. Al suo interno ci sono linee guida per l’ecodesign, schede esemplificative, indicazioni di strumenti online per l’autovalutazione, supporto alla progettazione eco-orientata, analisi del ciclo di vita semplificata, check-list di accompagnamento al progetto sostenibile, campioni di materiali provenienti da riciclo ed utilizzabili nel settore del mobile. Matrec, invece, rappresenta la prima banca dati di eco-design dedicata a materiali ambientalmente sostenibili. L’archivio, nato per volontà del designer  Marco Capellini, è presente anche a Milano e Roma.

A Calenzano è gestito dall’Università di Firenze - Disegno Industriale e CSAVRI. Grazie a Matrec è stato possibile costruire percorsi di formazione e mettere in contatto le imprese toscane del mobile che guardano all’eco design con i produttori di materiali ecocompatibili di tutto il mondo. Tutto questo con l’obiettivo di realizzare progetti di ricerca e sviluppo nonchè servizi innovativi anche attraverso la collaborazione del Polo Interni “Cento”. La sede di Calenzano è uno spazio aperto, utile per la consultazione dei materiali, ma non solo, utile a percorsi di animazione, formazione e attività sul ciclo di vita delle produzioni. Insomma, un vero e proprio luogo a servizio delle imprese. L’archivio è aperto tre giorni la settimana ed è disponibile per le attività con le imprese. Ha al suo interno circa 150 materiali suddivisi in otto categorie.

Dalla guida all’eco design fino a Matrec: tutto il lavoro di Ecomovel