Riapre il bando per far crescere “Abitare l’arte”

Riapre il bando per far crescere “Abitare l’arte”

Nuove opportunità per altre imprese. Le domande potranno essere presentate fino al 30 settembre 2014. Le linee guida del nuovo bando nell’ iniziativa di giovedì 24 ottobre 2013, alle ore 12, a Calenzano (via S. Pertini 93, sede DIDA - Università di Firenze)

Riapre il bando “Abitare l’Arte” con nuove opportunità di incubazione per nuove imprese. Due potranno essere le attività che potranno trovare  spazio all’interno della Villa La Magia di Quarrata, aggiungendosi a quelle già presenti. Mentre fino a 23 potranno essere le attività che potranno essere “incubate in modo virtuale”, cioè dall’esterno, senza cioè uno spazio fisico assegnato, appoggiandosi comunque ai servizi offerti dall’incubatore. Le linee guida del nuovo bando saranno presentate nell’iniziativa che si terrà giovedì prossimo, 24 ottobre,  alle ore 12, a Calenzano presso la sede del dipartimento DIDA dell’Università di Firenze, in via S. Pertini 93.

Cresce dunque l’esperienza di “Abitare l’arte” nei locali di Villa La Magia a Quarrata che già dal mese di gennaio scorso ospita al suo interno cinque imprese che operano nei settori design, comunicazione su piattaforme web, servizi tailor made, progettazione 3d offrendo, agli interlocutori, un “servizio completo” con attività che vanno dalla progettazione alle indagini di mercato, fino alla realizzazione di campagne di promozione-comunicazione e al monitoraggio dell’andamento delle vendite. Così per circa 20 giovani, con un’età media di 25 anni, si è aperta la concreta possibilità di trovare “casa”, presso la Villa Medicea. E dare vita ad una vera impresa.

Il nuovo bando Il bando che sarà presentato giovedì prossimo è rivolto a nuove idee imprenditoriali e nuove imprese che intendono  seguire un percorso di incubazione. Alle iniziative imprenditoriali selezionate verrà fornito un sostegno organizzativo e strutturale a partire dal concepimento dell’idea. E' possibile richiedere due tipologie di incubazione: incubazione tradizionale con l'attribuzione di uno dei locali disponibili; incubazione virtuale, in questo caso non sarà assegnato un locale, ma si potrà usufruire dei servizi di accompagnamento e supporto per l’avvio dell’attività (assistenza alla redazione del business plan, attività di formazione, seminariali e networing con le imprese del Polo Cento e dell'incubatore, ecc.. ).

Chi può partecipare Possono presentare domanda di ammissione all’incubatore soggetti con un’idea innovativa, di servizio o prodotto, che intendono costituire una nuova impresa, spin‐off universitari, spin‐off aziendali, imprese costituite da non oltre 36 mesi dalla data di presentazione della domanda. Inoltre, per rispondere alle domande del territorio, ed ottenere ricadute in termini di competitività, possono partecipare al bando le imprese che operano nei settori: design del prodotto (arredo, Moda ed accessori moda, imballaggio); internet avanzato (e‐commerce, social network come strumento di marketing, servizio per fornitori e clienti); comunicazione (multimedialità, interattività, video design, applicazioni ed altre forme di comunicazione del valore aggiunto del prodotto); domotica, interaction design (a di là di particolari utenze, come valore aggiunto del prodotto per un mercato allargato); modellizzazione 3D e prototipazione rapida (rendering foto realistico, Integrazione 3D – foto); logistica avanzata (gestione degli acquisti e del magazzino, carico e scarico, lean thinking).

Per presentare la domanda e chiedere informazioni Il bando rimarrà aperto fino al 30 settembre 2014. Il bando e i moduli sono scaricabili dal sito http://www.incubatoreabitarelarte.it  e dal sito del Centro Sperimentale http://www.csm.toscana.it Le domande dovranno essere inviate per posta all’indirizzo Centro Sperimentale del Mobile e dell’Arredamento, loc. Salceto, 99, 53036 Poggibonsi (Siena), o tramite PEC all’indirizzo csmtoscana@pecaperion.it. Per qualsiasi informazione sarà possibile contattare Laura Rocchi, telefonando allo 0577937457 o mandando una mail all’indirizzo  laura@csm.toscana.it. E’ possibile anche prendere un appuntamento e recarsi presso la sede del Csm dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Si possono chiedere informazioni anche presso la segreteria dell'incubatore telefonando allo  0573 72997, scrivendo a segreteria.iaa@polocento.it, o recandosi direttamente presso la sede di "Abitare l'Arte" - Villa La Magia, via Vecchia Fiorentina I Tronco, 63, 51039 Quarrata.

Abitare l’Arte L’incubatore aperto nei locali della Villa Medicea di proprietà del Comune di Quarrata è gestito dal Polo Cento, polo di innovazione sul sistema degli interni. I settori delle attività sono stati individuati sulla base di un’analisi della domanda e concertati con gli stakeholders del territorio. Le aziende, dunque, sono state selezionate tramite bando. Centrale per la crescita delle imprese incubate l’aspetto del networking. In questo senso la presenza del Centro Sperimentale del Mobile di Poggibonsi è molto importante. Il Csm, infatti, coordina il Polo Cento, il centro di competenza per il sistema interni della Regione Toscana, al quale aderiscono oltre 280 imprese delle filiere dei settori dell’arredamento, nautica e camperistica (per gli aspetti che riguarda in modo esclusivo gli interni). L’idea dell’incubatore nasce proprio dalla collaborazione tra il Polo Cento, il Centro Sperimentale del Mobile, il Comune di Quarrata e la Provincia di Pistoia. Fondamentale il ruolo del Comune che ha messo a disposizione la struttura di sua proprietà.


Per contatti stampa
p/Centro Sperimentale del Mobile
Elena Mugnaini
cell: 320 2954384  e-mail: elenamugnaini@gmail.com

Riapre il bando per far crescere “Abitare l’arte”