Buone possibilità di inserimento per il mobile toscano in Kazakhstan, Uzbekistan e Georgia

Buone possibilità di inserimento per il mobile toscano in Kazakhstan, Uzbekistan e Georgia

I risultati della missione esplorativa svolta dal Centro Sperimentale del Mobile su incarico di Toscana Promozione dal 25 settembre al 5 ottobre 2013
Buone possibilità di inserimento per il mobile toscano in Kazakhstan, Uzbekistan e Georgia

Tre paesi fortemente interessanti che hanno condiviso nell’ultimo quinquennio livelli di crescita costante ed una progressiva apertura agli scambi con l’estero. Tre paesi in cui un prodotto di alto livello come quello toscano trova buone possibilità di inserimento.
Sono queste le indicazioni che emergono dai risultati della missione esplorativa svolta dal Centro Sperimentale del Mobile, su incarico di Toscana Promozione, dal 25 settembre al 5 ottobre scorsi. Obiettivo, i mercati di Kazakhstan, Uzbekistan e Georgia per poter cogliere le potenzialità di export del mobile toscano. La presentazione dei risultati, lo scorso 5 novembre, presso la sede di Toscana Promozione, a Firenze
I tre paesi dell’ex-unione sovietica risultano essere fortemente interessanti per motivazioni di diversa natura. In primo luogo hanno  condiviso nell’ultimo quinquennio, seppur in condizioni politico-economiche diverse, livelli di crescita buoni e costanti. In particolare, intorno all’8% per il  Kazakhstan, tra il 6-7% per l’Uzbekistan e intorno al 5% per la Georgia. Non solo, i tre paesi hanno conosciuto una progressiva apertura agli scambi con l’estero che è stata molto forte nel caso del Kazakhstan e Georgia, più moderata per l’Uzbekistan.
“Sono tutti mercati dove vogliamo cogliere prospettive per il futuro - dice Luigi Borri, presidente del Centro Sperimentale del Mobile – Del resto il ruolo del Centro per la parte di internazionalizzazione è proprio questa: arrivare prima, intercettare i nuove potenzialità e bisogni, sondare i nuovi mercati circa le possibilità e le prospettive. Kazakhstan, Georgia e Uzbekistan non sono mercati produttori, ma sono paesi in cui negli ultimi anni c’è stata una crescita costante, una progressiva apertura agli scambi con l’estero, dove il Made in Italy è bene conosciuto. La loro crescita presuppone un potenziale mercato interessante anche per le nostre aziende che dobbiamo saper cogliere”.

Tutti i risultati della missione sono sul sito internet del Centro Sperimentale del Mobilie all’indirizzo  http://csm.toscana.it/it/1135/Missione-in-Kazakhstan%2C-Uzbekistan-e-Georgia-25-settembre---5-ottobre-2013.htm. Qui è possibile scaricare due documenti, un report descrittivo con business cards, ed info di dettaglio su ciascun operatore incontrato, ed una presentazione con i dati paese per paese nonché la documentazione fotografica. 
 

Buone possibilità di inserimento per il mobile toscano in Kazakhstan, Uzbekistan e Georgia