In-between, tra domanda e offerta di innovazione

In-between, tra domanda e offerta di innovazione

L’esperienza di quattro centri specializzati e di quattro regioni, Toscana, Lombardia, Veneto e Marche, a confronto sul tema dell’innovazione per far crescere la competitività delle imprese. E' il tema dell'iniziativa, promossa dal Centro Sperimentale del Mobile con il patrocinio del Comune di Poggibonsi, la collaborazione dell’Università di Firenze, della Regione Toscana e del Polo di Innovazione Cento, si terrà giovedì 26 giugno 2014, alle ore 15, presso l’Accabì-Hospitalburresi, a Poggibonsi.
In-between, tra domanda e offerta di innovazione

L’esperienza di quattro centri specializzati e di quattro regioni, Toscana, Lombardia, Veneto e Marche, a confronto sul tema dell’innovazione per far crescere la competitività delle imprese.

E’ “In-between, tra domanda e offerta di innovazione” l’iniziativa, promossa dal Centro Sperimentale del Mobile, in qualità di capofila di Cento, Polo di competenza per il Sistema Interni, con il patrocinio del Comune di Poggibonsi e la collaborazione dell’Università di Firenze, che si terrà giovedì prossimo, 26 giugno, alle ore 15, presso l’Accabì-Hospitalburresi, a Poggibonsi.

Sono chiamati a raccontare le loro attività a supporto delle PMI, oltre al Polo Cento, Kilometro Rosso - Parco Scientifico e Tecnologico di Bergamo, Veneto NanotechCosmob - Centro Tecnologico Settore Legno e Arredo delle Marche. L’obiettivo: costruire un confronto tra territori e realtà di servizio che operano nel campo dell’intermediazione tra domanda ed offerta di innovazione e focalizzare come si opera con un sistema composto in massima parte dal piccole e medie imprese del settore manifatturiero. In questo modo si costruiscono i presupposti per migliorare l’efficacia di metodi e strumenti messi in atto.

Il programma Ad aprire i lavori sarà il saluto dell’amministrazione comunale di Poggibonsi con il sindaco David Bussagli, seguirà l’introduzione di Luigi Borri, presidente del Centro Sperimentale del Mobile e l’apertura dei lavori moderati dal Prof. Vincenzo Legnante dell’Università di Firenze. Dunque i quattro centri porteranno la propria esperienza. Nel programma, il racconto di aziende che si sono confrontate con l’innovazione in cui saranno presentati case history e progetti realizzati o in corso a cura del Polo Cento. A questo proposito interverrà Giorgio Calderoni per Trigano spa su “Il progetto Triaca: soluzioni tecnologiche per la riduzione dell’impatto ambientale del camper nella fase di uso”. Ed ancora, Franco Dominici, Segis spa, e Sandra Rossi, Matrix International srl, parleranno di “Progetto Miami: miglioramento dell’impatto ambientale del mobile imbottito attraverso l’impiego di imbottiture, substrati e rivestimenti innovativi”. “Progetti di Internazionalizzazione e Servizi Qualificati” è il tema che tratterà Simone Zari di Corte Zari srl mentre a chiudere Francesco Rossi, coordinatore dell’incubatore Abitare l’Arte di Quarrata, parlerà di “Start up di impresa: l’incubatore Abitare l’Arte”.

In-between, tra domanda e offerta di innovazione L’innovazione sistemica è oggi più che mai una variabile competitiva per il sistema produttivo. L’innovazione tecnologica, ambientale, valoriale, di scenario è frutto di più contributi disciplinari in grado di “coprire” i diversi fattori in gioco in primis grazie al rapporto con l’Università. Questo è il contesto in cui si colloca l’iniziativa.  Il rapporto tra domanda, ovvero le imprese, e l’offerta di innovazione, l’Università ed i centri di ricerca, non sempre è andato a buon fine a partire dalle differenze di linguaggi, tempi, talvolta addirittura interessi. In questa dimensione assumono importanza le strutture intermedie – centri di servizio alle imprese, centri di competenza, poli di innovazione – per svolgere la funzione di mediazione tra domanda ed offerta di innovazione, di sintesi dei diversi contributi disciplinari, di costruzione di strategie che possano contribuire al rafforzamento del sistema.

In-between, tra domanda e offerta di innovazione