Tuscany Collection

Tuscany Collection

Quindici aziende del mobile della Toscana insieme per affrontare il mercato iraniano
L’accordo firmato a Teheran a novembre 2011 con il supporto e l’attività di trading di MK – GROUP Part of Hamko Trading, uno dei più grossi imprenditori iraniani multi settoriali
Tuscany Collection

Quindici aziende del mobile e interni della Toscana insieme sul mercato iraniano, con il supporto e l’attività di trading di MK – GROUP Part of Hamko Trading, uno dei più grossi imprenditori iraniani multi settoriali.
Questo l’accordo che è stato firmato a Teheran il primo novembre 2011. Il 31 ottobre 2011, la presentazione di tutto il gruppo di imprese a rivenditori, architetti, interior designer e dunque il 1 novembre 2011 il taglio del nastro di Tuscany Collection, la mostra dedicata alle imprese. Presenti, oltre i 15 imprenditori protagonisti dell’accordo, l’ambasciatore d’Italia a Theran, Alberto Bradanini, il direttore Ice di Teheran, Antonio Avallone, Irene Burroni, direttore del Centro Sperimentale del Mobile, Giuseppe Lotti, Professore Università di Firenze e Architetto curatore del progetto di mostra e video “Traces of Tuscany” per il gruppo Tuscany Collection www.tuscanycollection.it. Alla missione ha partecipato alche Alessandra Amato, responsabile Area Internazionalizzazione di Confindustria Siena, sul posto per valutare possibilità di collaborazioni non solo nel settore del mobile ma anche nell’agroalimentare e turismo.
L’iniziativa nasce con la collaborazione del Centro Sperimentale del Mobile ed è stata cofinanziata dalla Regione Toscana.
Si tratta di un progetto che conferma la strada delle sinergie e dell’aggregazione già intrapresa con altri progetti, che vede insieme aziende, Centro Sperimentale e Regione Toscana. Le piccole e medie imprese dei settori mobile e interni da sole infatti non hanno la possibilità di affrontare mercati come l’Iran. Lo possono fare insieme, con il supporto dei centri servizi e delle istituzioni, proponendo tra l’altro un’offerta completa, capace di soddisfare tutti i progetti di  arredamento.

Il mercato Iran Un mercato molto vicino a quello italiano in quanto al gusto, alla percezione e alla capacità di leggere i prodotti. Così si configura il mercato iraniano dove è presente una domanda più forte dell’offerta, con ottime possibilità di ingresso anche per piccole e medie imprese che non hanno nomi riconosciuti. Stime di crescita dell’Iran parlano di un Pil sul 2012 di circa il 20%. Le attività di trading in Iran, in base all’accordo, vengono  implementate grazie al rapporto commerciale instaurato con MK GROUP, un gruppo imprenditoriale multi settoriale. L’obiettivo è quello di posizionare il gruppo con una rete di vendita strutturata, in modo diretto e tramite subagenzie, per una presenza capillare su tutto il mercato iraniano. Non  solo Teheran, dunque, ma anche Mashhad, Isfahan, Tabriz.

L’arredamento dalla a alla z con le aziende della Toscana Sono quindici le imprese coinvolte nel progetto che provengono da tutta la Toscana, con una media di 20 addetti ed un fatturato medio di 3,5 milioni di euro. Questa è la fotografia del gruppo “Tuscany Collection” protagonista dell’accordo. Si tratta di Matrix International, di Poggibonsi, Lineatre, di Poggibonsi, Giemmegicucine di Gambassi Terme, Florence Art di Tavarnelle Val di Pesa, Benedetti Mobili di Firenze, Marioni di Firenze, Corte Zari di Poggibonsi, Florence Collections di Pistoia, News Design Porte di Monteriggioni, Rubinetterie Tre Emme di Asciano, Formichi di Barberino Val d’Elsa, Ciulli di Firenze, Patrizia Garganti di Sesto Fiorentino, Gold Confort di Pistoia. Insieme a loro, Vannucci Piante, il più grosso vivaista italiano, che esporta in 54 paesi ed ha sede a Quarrata.

Tuscany Collection. Il 1 novembre 2011, taglio del nastro a Teheran della mostra dedicata al gruppo di 15 aziende toscane. Una esposizione temporanea di tre giorni in cui le imprese sono state protagoniste nella Sala Zomorad dell’Homa Hotel di Tehran. Tuscany Collection Made in Italy Interiors ha visto un allestimento di 800 metri quadri con i prodotti delle aziende ed il video “Traces of Tuscany” preparato per l’occasione in cui si mettono in relazione architettura toscana e geometrie dei prodotti. Le immagini del video raccontano in modo efficace questo rapporto, sottolineando l’identità e la relazione tra produzioni e terra toscana.
 

Tuscany Collection
<
>