"Aiuti alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) per il sostegno dei processi di internazionalizzazione"

"Aiuti alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) per il sostegno dei processi di internazionalizzazione"

Il bando della Regione Toscana per micro, piccole e medie imprese. L’obiettivo: migliorare la competitività aziendale

Migliorare la competitività delle piccole e medie imprese favorendo le attività nel campo dei  nuovi mercati internazionali. E’ l’obiettivo strategico del bando della Regione Toscana "Aiuti alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) per il sostegno dei processi di internazionalizzazione" per incentivare gli investimenti in attività dedicate allo sviluppo di reti commerciali all’estero. Tra le attività ci sono la partecipazione a fiere e saloni internazionali, l’apertura di uffici e sedi espositive, la realizzazione di attività di incoming, servizi promozionali, supporto specialistico all’internazionalizzazione, supporto all'innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati.
Il progetto deve prevedere investimenti innovativi rivolti a paesi esterni all’UE che hanno come finalità quella dell’acquisizione di servizi qualificati all’internazionalizzazione della tipologia C (Catalogo dei Servizi avanzati e qualificati per l’innovazione e l’internazionalizzazione delle PMI toscane).
Possono presentare domanda Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) in forma singola o associata in RTI, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi e Società Consortili che esercitano un’attività identificata come prevalente e che rientra in uno dei Codici ATECO ISTAT 2007 indicati nel bando.
Gli investimenti sono concessi nella forma di contributo in conto capitale, anche nella forma di voucher (limitatamente alle spese rivolte a fornitori nazionali). Per micro, piccola e media impresa l’investimento minimo attivabile è di 20.000 euro, il massimo è 150.000 euro. Per consorzi, società consortili e reti il minimo è 35.000 euro e il massimo 400mila. Per le reti invece, per quanto riguarda i minimi, vale la somma degli importi minimi previsti per la singola impresa partner (60.000 se le imprese sono tre, 80.000 se le imprese sono quattro ecc..); per quanto i riguarda l’investimento massimo vale la somma dei massimali previsti per la singola impresa (450.000 se le imprese sono tre, 600.000 se le imprese sono 4, ecc..). In ogni caso, l’investimento massimo attivabile non può essere superiore a 1.000.000 di Euro.
Il bando sarà pubblicato con cadenza annuale con apertura nei mesi di febbraio e marzo di ogni anno a partire dal 2015.

Per informazioni più dettagliate sui bandi è possibile contattare il direttore del Centro Sperimentale del Mobile, Irene Burroni, chiamando lo 0577 937457 o scrivendo a irene@csm.toscana.it

23 dicembre 2014 

Download

"Aiuti alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) per il sostegno dei processi di internazionalizzazione"