Innovazione e formazione: ecco il nuovo bando di Fondo Impresa

Innovazione e formazione: ecco il nuovo bando di Fondo Impresa

L’obiettivo è quello di sostenere progetti di formazione capaci di accompagnare l’innovazione tecnologica all’interno delle imprese insieme all’Università o un altro ente di ricerca. Le domande possono essere presentate dal 15 luglio 2015 al 30 giugno 2016

Un nuovo bando da Fondo Impresa che sostiene progetti di formazione capaci di accompagnare l’innovazione tecnologica all’interno delle imprese insieme all’Università o un altro ente di ricerca.
Queste in sintesi le linee guida dell’intervento che si rivolge alle imprese aderenti al Fondo paritetico interprofessionale Fondimpresa che rappresenta un’associazione costituita da Confindustria – CGIL, CISL, UIL per promuovere la formazione continua dei quadri, degli impiegati e degli operai nelle imprese aderenti. Fondimpresa finanzia, attraverso le risorse trasferite al Fondo dall’INPS, la realizzazione di Piani formativi condivisi tra le parti sociali, rivolti alla formazione dei lavoratori delle aziende aderenti. Il Piano deve prevedere la collaborazione di una Università o di un altro ente di ricerca e deve essere condiviso, prima della sua presentazione, con un accordo sottoscritto da organizzazioni di rappresentanza riconducibili ai soci di Fondimpresa, a livello aziendale, territoriale e/o di categoria nel rispetto di quanto previsto nell’Avviso e nel “Protocollo d’Intesa - Criteri e modalità per la condivisione, tra le parti sociali, dei piani formativi” pubblicato nella home page del sito web www.fondimpresa.it.
I contenuti del Piano formativo Il Piano formativo che sarà finanziato deve riguardare esclusivamente progetti o interventi di innovazione tecnologica nelle imprese aderenti che riguardano l’introduzione di nuovi prodotti e/o processi o un notevole miglioramento di quelli già esistenti che richiedono, in una o più fasi della realizzazione e/o del trasferimento, la formazione del personale interessato. Sono esclusi i cambiamenti o i miglioramenti minori, l'aumento delle capacità di produzione o di servizio ottenuto con l'aggiunta di sistemi di fabbricazione o di sistemi logistici che sono molto simili a quelli già in uso, la cessazione dell'utilizzazione di un processo, la mera sostituzione o estensione dei beni strumentali, i cambiamenti derivanti unicamente da variazioni del prezzo dei fattori, la produzione personalizzata, l'adattamento ai mercati locali, le periodiche modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici nonché il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati. Le risorse destinate da Fondimpresa al finanziamento dei Piani formativi sono complessivamente pari a diecimilioni di euro e sono suddivise in quattro macroaree. Fondimpresa assegna priorità nella valutazione ai piani formativi relativi a: contratti di rete finalizzati all’innovazione tecnologica; progetti di innovazione tecnologica finanziati nell’ambito di programmi comunitari e nazionali; innovazione nelle imprese operanti nel settore della “green economy”; obiettivi di efficienza energetica e ambientale nelle aziende beneficiarie. La durata massima del Piano formativo è di 13 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione a finanziamento del Piano stesso da parte di Fondimpresa, con l’obbligo di portare a termine tutte le attività di erogazione della formazione entro 12 mesi.
Destinatari Sono destinatari dei Piani formativi i lavoratori dipendenti, per i quali viene versato all’INPS il contributo integrativo dello 0,30% sulle retribuzioni destinato a Fondimpresa, appartenenti a imprese aderenti. Sono compresi anche i lavoratori posti in cassa integrazione o con contratti di solidarietà, a condizione che vi sia una finalità di reinserimento, specificata nell’accordo di condivisione. E’ ammessa la partecipazione, in misura non superiore al 30% delle ore di formazione e del 30% del numero di lavoratori coinvolti, di aziende interessate al progetto/intervento come utilizzatrici dirette dell’innovazione tecnologica nell’ambito della filiera.
In ciascun Piano deve essere assicurata la partecipazione, in misura almeno pari al 50% del totale delle imprese coinvolte e al 50% dei lavoratori posti in formazione, di Piccole e Medie Imprese. Il Piano formativo che coinvolge un’unica impresa aderente può riguardare solo una PMI.
Chi può fare domanda Possono presentare la domanda di finanziamento: a) le imprese beneficiarie dell’attività di formazione del Piano per i propri dipendenti aderenti a Fondimpresa; b) gli enti già iscritti, alla data di presentazione della domanda di finanziamento, nell’Elenco dei Soggetti Proponenti qualificati da Fondimpresa, per la categoria III dell’innovazione tecnologica di processo e di prodotto.
Come fare domanda Il Piano formativo può essere presentato in qualsiasi momento tramite posta elettronica certificata all’indirizzo presentazione@avviso.fondimpresa.it a partire dalle ore 9  del 15 luglio 2015 fino alle ore 13 del 30 giugno 2016. Per informazioni e dettagli le imprese possono contattare il Centro Sperimentale del Mobile, nella persona del suo direttore, Irene Burroni, chiamando allo 0577 937457 o scrivendo a irene@csm.toscana.it

3 agosto 2015

Innovazione e formazione: ecco il nuovo bando di Fondo Impresa